30° Anniversario

Bazar Zanzariere

La zanzara Tigre

La "zanzara tigre", pi� propriamente Aedes albopictus, fa la sua comparsa in Italia nel 1990 e nell'arco di soli 2 anni viene segnalata in Liguria, Veneto Lazio e Lombardia.
La chiave del suo successo risiede nell'enorme adattabilit� ad ambienti di tipo differente.

Tipicamente "arboricola" nelle regioni di origine depone le uova anche in copertoni abbandonati, scatole di latta, vasi o sottovasi di piante ornamentali e qualsiasi altro recipiente contenente acqua stagnante.


Unica tra i suoi parenti orientali � inoltre in grado di produrre uova "embrionate", capaci di sopportare le temperature invernali europee, ed iniziare una nuova fase di attivit� con l'inizio della primavera.

Il sistema di diffusione di Aedes albopictus � dei pi� semplici ed efficaci: le uova deposte in raccolte d'acqua accidentali, ad esempio quelle che si formano nei copertoni d'auto esposti alla pioggia, sono trasportate passivamente in giro per il mondo dalla rete di commercio internazionale.
I rischi sanitari pi� gravi, comunemente legati alla presenza di Aedes albopictus, sono fortunatamente scongiurati in Italia.

Arbovirosi quali dengue e febbre gialla, che possono essere trasmesse da questa zanzara, sono infatti diffuse esclusivamente in climi tropicali.


� possibile invece che la zanzara tigre si inserisca nel ciclo di propagazione di alcune parassitosi canine, le filariosi, aumentandone i rischi di trasmissione all'uomo.
La lotta contro la zanzara tigre, data la variet� di focolai larvali colonizzati, sembra difficile con i mezzi attualmente a disposizione.

Una partecipazione individuale al controllo e all'eliminazione dei possibili siti di ovideposizione � certamente la misura di protezione personale pi� sicura ed efficace da applicare.


Circolari di varie A.S.L. inoltre, indicano come rimedio efficace per l'allontanamento della zanzara Tigre, l'inserimento nei sottovasi, o all'interno dei tombini, o in prossimità di acque stagnanti, di un semplice filo di rame elettrico di 20-30 cm.
Sembra che precluda la possibilità di schiudersi alle uova depositate.


Un'ulteriore precauzione o rimedio attuabile con un piccolissimo sforzo.


Riassumendo, sintetizziamo i principali dati per capire più
approfonditamente come difenderci da insetto.


Cosa è e da dove proviene:

E' una zanzara di origine asiatica, nome scientifico Aedes albopictus, rinvenuita per la prima volta nel 1990 in Italia dove con tutta probabilità è stata introdotta con il traffico di pneumatici usati.


Che aspetto ha?

E' di piccole dimensioni (circa 5 millimetri di lunghezza, escluse le zampe), di colore nero, fatta eccezione per una banda longitudinale bianca sul dorso e per numerose bande bianche disposte ad anello lungo le zampe.


Quando è attiva?

Il periodo di attività va da maggio ad ottobre con la particolarità, rispetto alle zanzare comuni, di prediligere il giorno come periodo di caccia.


Dove depone le uova?

Le femmine depongono le uova sulla parete interna di contenitori in cui è presente acqua. Le uova si schiudono esclusivamente se sono sommerse dall'acqua.
I luoghi prediletti sono i tombini, gli pneumatici, le bottiglie, i barattoli, gli annaffiatoi, i secchi, i sottovasi delle piante, i bidoni, le vasche, i teli di nylon, gli abbeveratoi, le grondaie otturate ecc...ecc...


Quali sono le conseguenze della puntura?

Innanzitutto sono le femmine che pungono, in pieno giorno e ripetutamente.
La puntura è molto pruriginosa ma fortunatamente in Italia non è portatrice di malattie infettive come in altri paesi.


Che cosa devono fare i cittadini?

Seguire semplici regole di buon vivere e di igiene.
Non disperdere rifiuti nell'ambiente ed evitare le cataste di materiale che potrebbe facilmente diventare una zona ospitale per la zanzare.
Eliminare ogni raccolta di acqua stagnante da tutti i posti del giardino.
Se c'è la necessità di annaffiare l'orto, va preferito farlo con un impainto idrico.
Se assente, utilizzare comunque un fudto di raccolta, ma abbiate l'accortezza di sigillarlo e comunque svuotarlo ogni sette giorni.
Se avete delle vasche nei vostri giardini, è preferibile introdurre dei pesci rossi i quali sono predatori delle larve di zanzara.
Svuotare sul terreno e non nei tombini, i ristagni d'acqua che si creano nei sottovasi delle piante.

 
Compra on line

   
 
   

ZANZARIERA BAZARLa zanzariera con montaggio ad espansione
L'unica, l'originale!
La prima senza trapano e senza fori nel muro.

ZANZARIERA ZAPZanzariera plissettata.
La Zanzariera facile da montare a scomparsa totale

ZANZARIERA QFZanzariera per tapparelle.
Quella Facile, pratica, universale, innovativa ed economica

ZANZARIERA DERBYLa zanzariera estensibile “Derby” è pronta all'uso.
Si monta senza forare infissi e muri utilizzando semplicemente le guide della vostra tapparella


ZANZARIERE PRONTE ALL'USOMontaggio superfacile: zanzariere pronte all'uso a strappo, a tenda, per porte, portefinestre, lettini, carrozzine...

Novità

SISTEMASistema componibile per zanzariere per qualsiasi soluzione richiesta

MEDAL s.r.l. Sede legale: via dell'Industria, 12 40023 Castel Guelfo (BO) Tel. +39 0542 67 01 01 Fax +39 0542 67 01 28 - P.I. IT00597411206

N.isc.Reg.imp.: BO – 266535 (15/07/1981) - Cap.Soc. € 65.000,00 i.v.